Wednesday, December 11, 2013

Diario di Viaggio: Irlanda da scoprire!


"Possa la strada alzarsi per venirti incontro.
Possa il vento soffiare sempre alle tue spalle.
Possa il sole splendere sempre sul tuo viso e
la pioggia cadere soffice sul tuo giardino.
E fino a che non ci incontreremo di nuovo,
possa Dio tenerti nel palmo della Sua mano."


-Antica benedizione irlandese




Intraprendere un viaggio con una persona è il modo migliore per conoscerla a fondo. Si scoprono le sue abitudini, le sue paure, i suoi interessi. Per questa ragione prima di partire per il nostro primo viaggio insieme, sia io che Lorenzo eravamo abbastanza agitati. Ovviamente ce lo siamo confessati solo dopo molto tempo, ma i pensieri e le incertezze erano comuni ad entrambi.

Il nostro primo viaggio, fortunatamente,è andato alla grande: è stato romantico, divertente e allo stesso tempo avventuroso. Sicuramente a rendere il tutto magico è stata la meta che abbiamo scelto: l'Irlanda.
Non spenderò molte parole a descrivervi la bellezza di questo Paese, perchè credo che le sue qualità siano già note a tutti. Partirò, quindi, subito con i consigli ed il racconto.

QUANTO TEMPO SIAMO STATI: 
Siamo partiti il 30 Aprile dello scorso anno e siamo rimasti fino al 5 Maggio. 
Se il vostro intento è quello di visitare solo Dublino, vi basteranno 2 giorni pieni. Se, come io vi consiglio vivamente, preferite vedere anche i luoghi più suggestivi dell'Irlanda, 5 giorni sono il minimo indispensabile.

COME CI SIAMO SPOSTATI:
Siamo arrivati con un volo Ryanair Roma-Dublino. Una volta lì , avendo l'hotel molto vicino al centro,  ci spostavamo esclusivamente a piedi.


DOVE ABBIAMO DORMITO:
Abbiamo alloggiato nel Maldron Hotel Parnell Square (prenotato qui). Si trova a circa 10 minuti a piedi dal quartiere di Temple bar (il più carino e movimentato). Lo stile dell'hotel è molto moderno ed elegante; il personale disponibile ed accogliente.Siamo rimasti davvero soddisfatti.


DOVE ABBIAMO MANGIATO:
Vi elenco adesso i posti in cui abbiamo mangiato. Di solito a pranzo prendevamo un panino o un tramezzino al volo, quindi mi riferisco solo ai locali in cui abbiamo cenato a Dublino.
- Thunder Road Cafè: è un ristorante americano che si trova a pochi passi da Temple Bar. Sinceramente avremmo preferito mangiare in un pub irlandese, ma spinti dalla stanchezza e dalla fame, ci siamo fermati nel primo posto utile. Il locale è arredato in modo eccentrico e un po' pacchiano, ha come tema l'America e i viaggi on the road. L'hamburger con patatine che abbiamo ordinato era enorme e anche abbastanza buono, ma ho preferito i pubs in cui abbiamo mangiato nei giorni successivi.
-Porterhouse: un pub decisamente tipico. Si trova alla fine della via in cui si trova il famoso Temple bar. E' un carinissimo pub costruito su due piani, arredato secondo il classico stile irlandese. C'è una grandissima scelta di birra (le pareti sono ricoperte di bottiglie di birra di ogni tipo!). Per il cibo: consiglio davvero il famoso Irish stew (stufato di agnello, piatto tipico irlandese)
-The Oval: anche questo è un pub tipicamente irlandese, costruito anch'esso su due piani, più piccolo e raccolto del Porterhouse. Il cibo è sempre di qualità. Ottimi gli hamburger con patatine e il salmone con le mashed potatoes (una sorta di purè super morbido). Questo posto ci è piaciuto cosi tanto, che abbiamo mangiato qui per due sere di seguito!

COSA ABBIAMO FATTO:
A Dublino non si può non visitare il Trinity College, il più importante centro didattico dell'Irlanda. Si può visitare anche l'interno della scuola e la famosa biblioteca (a pagamento), ma noi ci siamo limitati a gironzolare per i giardini: stupendi.





Sicuramente merita una capatina anche la National Gallery (ingresso gratuito) , una discreta pinacoteca che, tra gli altri, contiene anche un meraviglioso dipinto di Caravaggio (il mio artista preferito..non potevo non andare!)
Trascurabili, a parere nostro, sono, al contrario, il Museo di Storia Naturale (sarà che odio vedere gli animali imbalsamati, ma non mi è proprio piaciuto!) e la Guinness Store House (è un museo costruito su otto piani, dedicato alla storia e alla produzione della birra Guinness. Il costo del biglietto d'ingresso è di 13 euro, e nel prezzo è compresa una pinta di Guinness da gustare nel bar dell'ultimo piano: unica cosa bella della visita, secondo me, perchè si ha una vista stupenda sulla città).




Immancabile una visita alle due chiese principali di Dublino: la Christian Church e la Saint Patrick Cathedral (che sorge intorno ad un giardino pieno di fiori stupendi, ottimo per fare un pic-nic).
Christian Church Cathedral

Christian Church Cathedral


Saint Patrick Cathedral

Infine, per una passeggiata super romantica, consiglio due location magiche: il Merrion Square Garden, un giardino molto curato in cui c'è la famosa statua di Oscar Wilde; e le sponde del fiume Liffey che attraversa la città.
Statua di Oscar Wilde e... Lorenzo!


I miei amati tulipani nel Merrel Square Garden

Merrel Square Garden
Passeggiando lungo il Liffey

Passeggiando lungo il Liffey


Passeggiando lungo il Liffey



Passeggiando lungo il Liffey

Il quartiere più tipico ed animato della città è quello di Temple Bar, che prende il nome da questo famoso pub, chiamato, appunto, Temple bar. Si tratta di una lunga via piena di pub e locali in cui si mangia, ma soprattutto si beve fino a tarda sera accompagnati dalle note di canzoni irlandesi.
Due posti in cui non abbiamo avuto tempo di andare, ma che ci sono stati calorosamente consigliati sono la prigione di Kilmainham e il parco di St Stephens Green.

Durando 5 giorni pieni il nostro viaggio, abbiamo deciso di dedicare due intere giornate alla scoperta della vera Irlanda, organizzando due gite da un giorno ognuna fuori dalla capitale.
Entrambi erano tour organizzati e guidati (noi abbiamo preso la guida in inglese, ma per entrambi gli itinerari era disponibile anche in italiano), che possono essere prenotati direttamente in hotel,oppure, come abbiamo fatto noi, nelle varie agenzie di turismo. Una di queste si trova proprio di fronte all'entrata principale del Trinity College.
Il consiglio spassionato che vi do è: se potete, non rinunciate ad esplorare i dintorni di Dublino, perchè ne vale davvero la pena.
I paesaggi che abbiamo visto ci sono rimasti impressi nel cuore, ancora adesso, riguardando le foto mi emoziono.

Il primo tour prevedeva un giro tra le vallate, i laghi e le montagne di  Wicklow. Siamo stati in posti che sembravano incantati, che sono stati scelti come location per film come "Ps. I love you" e "Braveheart".

Lo riconoscete? E' il famoso ponticello di "Ps.I love you"!



Cimitero gotico di Laragh

Laragh




In riva al mare del nord

In riva al mare del nord, tra gabbiani e foche




La seconda gita, forse quella più bella, anche se più stancante, è stata alle famose Cliffs of Moher, delle scogliere dall'altezza vertiginosa che cadono a strapiombo sul mare. La vista è davvero mozzafiato. Fate attenzione al vento: penso che sia il posto più ventoso in cui sia mai stata...il vento si incanalava tra le insenature e soffiava così forte che buttandoci di peso in avanti restavamo in piedi.


Cliffs of Moher





COSA COMPRARE:
Non so voi, ma personalmente adoro fare shopping quando sono in viaggio!
A Dublino, se dovete portar a casa dei souvenir, vi consiglio assolutamente Carroll's, una catena di negozi di souvenir sparsi per tutta la città. Troverete ricordini di ogni genere, tra i quali gli stessi che trovate nello store del museo della Guinness, ma ad un prezzo inferiore (quindi fatevi furbi!!!).
Se volete portare a casa qualche prodotto tipico, vi consiglio di far scorta di cioccolata: quella irlandese è davvero ottima.
Per quanto riguarda lo shopping di abbigliamento, ci sono diversi centri commerciali, concentrati soprattutto al di là del fiume Liffey, dove potrete trovare anche delle catene di negozi non presenti in Italia come Forever21 (io l'ho saccheggiato!) e Primark.

Per avere maggiori info su Dublino e l'Irlanda, vi consiglio questo sito: http://www.irlandando.it/
Noi l'abbiamo trovato molto utile mentre organizzavamo il nostro viaggetto.

Spero che questo racconto vi sia piaciuto, a me sicuramente ha fatto molto piacere ricordare questi posti magici, condividendoli con voi.

Un bacio e al prossimo post!
-Ila









2 comments:

  1. Replies
    1. Anche a me Fabri...scrivendo questo post mi è venuta una nostalgia assurda! ;(
      Bacioni!
      Ila

      Delete